orientamento
 
 

Come professore ordinario di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni alla "Sapienza" Università di Roma ha tenuto corsi sulla Psicologia dell'orientamento e attualmente tiene un corso di Valutazione in orientamento nell'ambito del Corso di laurea specialistica "Interventi e modelli psicologici nello sviluppo e nell'invecchiamento" e un corso di Valutazione psicologica nell'orientamento scolastico e professionale nella Scuola di specializzazione post-lauream in Valutazione psicologica e counselling.

L'impostazione dei corsi utilizza sia l'esperienza didattica e di ricerca sui test, sia l'esperienza di ricerca in Psicologia sociale, presso la "Sapienza" dal 1974 al 1976 (cattedra del prof. P. G. Grasso), e precedentemente con interventi di ricerca-azione, diretti dal prof. L. Calonghi nei Centri di formazione professionale CNOS della Congregazione Salesiana.
Dal 2002 collabora con il CIOFS Lazio a progetti di orientamento e di formazione del personale addetto all’orientamento.
Dal 2000 al 2005 è stata membro del Comitato di progetto per l'Orientamento, Università di Roma - Torvergata.
Nell'a.a. 2002/3 è stata responsabile dei servizi di orientamento per la Facoltà di Psicologia 1, Sapienza - Università di Roma e ha organizzato interventi di orientamento in molte scuole secondarie superiori di Roma e Provincia su incarico del Comitato interfacoltà per l'Orientamento di "Sapienza" - Università di Roma.
Nel 2002 è stata  consulente dell’ISFOL per il progetto “Definizione e valutazione di modelli cognitivo-psicologici nella scelta e nel successo della professione”.
Nel 1992 ha istituito un Centro di orientamento presso il Dipartimento di Psicologia della Sapienza, operante sia nelle scuole sia come consultorio su convenzione dell'ADISU. In questo Centro venne introdotto un modello sperimentale d'intervento che teneva conto sia di esperienze con il modello fattoriale (Servono i test al consiglio di orientamento? (C 18, 1967/68), sia dei lavori successivi in psicologia sociale e in ambito di prevenzione clinica.
Nel 1990 ha fondato, insieme ad altri studiosi di vari Paesi Europei, FEDORA (“Forum Européen de l’orientation académique/European Forum on Academic Guidance”), associazione senza fini di lucro fra professionisti che si occupano di orientamento a livello universitario.
Il modello di orientamento definito da LB (cfr. A31, Boncori e Boncori, 2002) si caratterizza per la considerazione data alla centralità della persona e all’esigenza di integrare l’intervento formativo con l’intervento “diagnostico”. Consapevole dei problemi di tempo e di costi che affliggono psicologi e insegnanti, LB ha ideato e validato strumenti corredati da software dedicati (il primo di questi è datato 1985, l’ultimo 2006), che consentono allo psicologo di concentrare la sua azione su interventi propriamente psicologici e/o educativi, delegando la componente più tecnica (acquisizione dati, elaborazioni psicometriche ecc.) alle tecnologie, in particolare informatiche.

Questo modello può essere inquadrato come un intervento "umanistico", in cui anche le tecnologie impiegate (test, sussidi computerizzati) sono elementi di un intervento complessivo di counselling (cfr.: Strumenti nell'orientamento universitario: il colloquio, Orientamento Scolastico e Professionale, C 45, 1985 e Strumenti nell'orientamento universitario: il colloquio, Orientamento Scolastico e Professionale, C 51, 1985, L’orientamento, 2002, A31). Nel modello sono nettamente distinti i ruoli professionali di psicologo, insegnante, sociologo.
Le verifiche sperimentali compiute su oltre mille studenti hanno consentito di corroborare le ipotesi alla base del modello e di indicare le variabili ridondanti in vista di una maggior economia di applicazione. Hanno anche evidenziato l'utilità sociale e preventiva di questo tipo di modello, che consente l'individuazione precoce in ambito scolastico di ragazzi "a rischio" di nevrosi o di processi dissociativi (Un intervento sperimentale di orientamento universitario: ipotesi, strumenti e metodo, C 46, 1985; Un intervento sperimentale di orientamento universitario: risultati della ricerca, Orientamento Scolastico e Professionale, C 49, 1986; Secondo anno di sperimentazione di un servizio di orientamento universitario, C 50, 1987; L. Boncori et alii, 2007).