test
 
 

Focus, Questionari per l'orientamento

I questionari «Focus» sono progettati per aiutare a «mettere a fuoco», a vedere meglio, le prospettive di carriera per fasce di età diverse.
Attualmente, la versione aggiornata di Focus è FocusWeb ed è utilizzabile via internet. Si risponde al questionario direttamente su pc, tablet o telefono cellulare e si ricevono i report, in tempo reale, per la stessa via. Il software è stato realizzato da softwarestudiomdm e le licenze d’uso sono acquistabili dal Consorzio Universitario Humanitas amministrazione@consorziohumanitas.com.

  • Focus 12 è per ragazzi/e dagli 11 anni in poi, fino al termine della scuola secondaria di primo grado (scuola media)
  • Focus 13 è per ragazzi/e all'inizio della scuola secondaria di 2° grado, per il ri-orientamento o l'accoglienza
  • Focus 16 è per studenti al termine della scuola secondaria di 2° grado, per l'orientamento accademico (scelta di un corso universitario) o professionale
  • Focus 20 (C71) si utilizza con adulti, nell'ambito del tutoraggio universitario, dell’orientamento o del ri-orientamento lavorativo.

Ogni forma del questionario può essere somministrata in un'ora scolastica, anche se include 240 quesiti, perché questi sono formulati molto concisamente e con accorgimenti linguistici e grafici particolari. I quesiti riguardano sia gli interessi, sia i fattori di rischio e protettivi la cui conoscenza è utile per programmare interventi di formazione lungo l’aro di vita (lifelong guidance), contrasto alla dispersione scolastica (Boncori, A53, A62, B72, B73, B74, B75) ed altri interventi educativi e/o didattici: ad esempio, i piani individualizzati per Bisogni Educativi Speciali di tipo psico-sociale (Boncori, A62, C63):

  • Interessi della vita quotidiana
  • Interessi scolastici
  • Conoscenza delle risorse formative
  • Ambienti frequentati
  • Chi sono gli “altri importanti”
  • Atteggiamenti e valori
  • – della famiglia
  • – degli amici
  • Aspirazioni personali
  • Resilienza
  • Atteggiamento verso la scuola / l'università
  • Autovalutazione del profitto scolastico / accademico

 

L'uso di Focus era stato interamente automatizzato fin dalla versione 2010 (“FocusSoft”), consentendo l'acquisizione delle risposte mediante scanner, risposta diretta al pc, forma intranet per aule informatiche o acquisizione da un file Excel; automatizzando lo scoring, la standardizzazione dei punteggi e la produzione dei resoconti o report. Già FocusSoft consentiva di avere i risultati di una classe scolastica in circa un'ora (inclusa l’immissione dell’anagrafica e la costituzione di una banca dati), mentre la correzione manuale richiederebbe un'ora per alunno e il calcolo dei punti standard e la stesura dei report richiederebbe alcuni giorni.

I report per gli orientandi sono in forma narrativa, con suggerimenti e quesiti per approfondimenti, e si articolano in quattro report:

  • I tuoi interessi
  • l livello professionale a cui aspiri
  • Il punto della situazione (per esempio: materie preferite, in rapporto alle scelte istituzionali)
  • Il punto sulla decisione

Focus è l'unico questionario di orientamento che produce anche report per gli operatori (insegnanti, psicologi, formatori, navigator, collocatori..), che aiutano a predisporre interventi individuali o di gruppo per necessità specifiche:

  • Chi è in una fase iniziale di riflessione
  • Chi deve attivare processi critici
  • I gruppi di riferimento
  • Chi deve confrontarsi con la realtà in modo più concreto ("legittimazione")
  • Chi è in una fase conclusiva di “centramento”

Per gli operatori che desiderano compiere ricerche su e/o con Focus, sono facilmente esportabili i punteggi, articolati in 24 scale e standardizzati, cioè stabilmente espressi su una scala da 1 a 10, con MA = 5 e Dev. St. = 2:

At:Attivazione personale
Bc:Background culturale
ScN:Interessi per scienze dell'uomo e della natura
Art:Interessi per attività artistiche
Soc:Interessi per attività pro sociali
Ist:Interessi per storia, istituzioni e commercio
Sp:Interessi per competenze culturali o tecniche unite ad attività fisiche
ScT:Interessi per studi matematici e attività tecnico-scientifiche
Imp:Interessi per attività impiegatizie generiche
Lu:Livello di aspiraz. profess. per cui è necessario frequentare l'università
Ld:Livello di aspiraz. profess. esecutive e dipendenti per cui è sufficiente un diploma
Ind:Livello di aspiraz. per attività indipendente (la laurea è irrilevante)
Ec:Attenzione agli aspetti economici delle carriere
Df:Difficoltà
Um:Utilizzazione dei mezzi d'informazione pubblica
Fa:Famiglia percepita importante (Fa+) o indifferente (Fa-)
Ed:Estranei adulti percepiti come autorevoli (Ed+) o irrilevanti (Ed-)
MF:Mire attribuite alla famiglia:MF+ = aspirazione a un titolo di studio elevatoMF- = aspirazione a una precoce occupazione
Co:Coetanei percepiti importanti (Co+) o indifferenti (Co-)
Q:Quantità delle informazioni
Opp:Opposizione all'istituzione educativa
Pr:Pressioni ambientali
R:Resilienza (attivazione di risorse ambientali)
Val:Autovalutazione del profitto relativa al gruppo

Focus si riferisce al modello di orientamento descritto particolareggiatamente in un volume di L. Boncori e G. Boncori (Carocci, 2002) e può essere utilizzato sia insieme a test attitudinali e di personalità, sia semplicemente a supporto del colloquio di orientamento.

Focus è stato ideato e messo a punto dopo che L:B., con ricerche articolate compiute nell’arco di vari anni - dal 1985 al 2019) anche con metodo longitudinale (C66) aveva constatato lo scarso successo predittivo delle tradizionali “batterie” usate nell’ambito dell’orientamento diagnostico e aveva cercato inutilmente sul mercato uno strumento che facilitasse l’orientamento formativo in una prospettiva di rispetto per le persone.

Le forme utilizzate nella scuola – Focus 12, Focus 13, Focus 16 – sono state sottoposte a ricerche incrociate sulla validità su più di 3.000 studenti italiani, di varie località, frequentanti scuole secondarie di 1° grado o di 2° grado, in quest'ultimo caso appartenenti a oltre venti diverse tipologie di indirizzo. I parametri di riferimento ("taratura") sono stati calcolati su campioni stratificati di numerosità variabile fra 300 e 1.000 studenti. Di Focus 12 esiste un adattamento in lingua russa(Focus 11+, curato da G: Boncori e I. Rivnyj) utilizzato dal 2005 in poi in numerose ricerche condotte in Russia e in Ucraina nell'ambito di convenzioni fra Sapienza, Università di Roma e istituzioni universitarie di Mosca, San Pietroburgo, Kiev e Yalta.

Focus 20, elaborato più di recente, è stato sottoposto a verifiche di validità su piccoli campioni (intorno a N= 300) di adulti in condizione di tutoraggio universitario, di orientamento o ri-orientamento al lavoro.

Insieme alle licenze di FocusWeb si può acquistare in pdf un manuale che guida all’uso ottimale del questionario e e dei report e si accede al manuale del software (L. Boncori e M. Di Marco), che dà indicazioni sugli aspetti più tecnici.

Nel volume Il Salvascuola (L. Boncori, 2014, A62) vengono date linee guida e supporti molto concreti per realizzare interventi nella scuola facilitati dall’utilizzazione di Focus: orientamento e ri-orientamento, contrasto alla dispersione, inclusione, Bisogni Educativi Speciali, prevenzione del disagio e del bullismo. Sono anche riferiti i risultati ottenuti con l’uso di Focus in numerose scuole secondarie.